UNA SERATA AGRODOLCE

Dopo le gare d’andata degli ottavi di Europa League, il report delle squadre italiane non appare così esaltante come avvenuto in occasione dei sedicesimi. Partendo dal Torino, geograficamente più vicino a noi, la gara di San Pietroburgo ha palesato tutti i limiti di una squadra che ha fatto fin troppo in una competizione nella quale è andata al di là di ogni più rosea aspettativa. La sconfitta per due reti a zero profuma quasi di sentenza per le sorti dei granata nella seconda manifestazione europea per importanza. Lo Zenit si è dimostrato più squadra, con un tasso tecnico nettamente superiore e con giocatori abituati a reggere le pressioni di questo livello di gare. Pronostico: Zenit ai quarti In contemporanea, in quel della Wolfswagen Arena andava di scena una sorta di finale anticipata tra Wolfsburg e Inter, due serie pretendenti alla vittoria finale. Il gol illusorio di Palacio, ha minato solamente in parte le certezze della squadra tedesca, capace di ribaltare completamente il parziale, chiudendo l’incontro sul risultato di 3-1 ampiamente meritato. Dopo il tutt’altro che convincente doppio confronto con il Celtic, i limiti della formazione di Mancini si sono manifestati interamente al cospetto di una squadra di livello europeo, a mio giudizio la favorita numero uno per la vittoria finale. Il punteggio di 3-1 lascia una discreta speranza di qualificazione ai nerazzurri, che dovranno vincere con due gol scarto (possibilmente senza subirne). Vedendo però le grosse lacune difensive e l’assenza, per ora, di una chiara filosofia di gioco, credo proprio che l’avventura in Europa si concluderà anche per la compagine meneghina. Pronostico: Wolfsburg ai quarti Passando agli incontri disputatisi in serata, arriviamo all’unica vittoria di una squadra italiana in questi ottavi di finale. Il Napoli, gelato in avvio da Kuranyi, ribalta l’incontro con una tripletta del suo uomo simbolo: Gonzalo Higuain. La tripletta del Pipita vale da sola il prezzo del biglietto e una seria ipoteca sul passaggio al turno successivo. I russi possono contare soltanto sull’esperienza europea di vecchi lupi di mare come Kuranyi (ex Stoccarda e Schalke) e Valbuena (ex Olympique Marsiglia); per il resto veramente poca roba, se paragonata alla formazione partenopea, la quale dalla trequarti in su presenta un potenziale che la inserisce di diritto tra le favorite. Due gol di margine nel gelo di Mosca non devono fare calare l’attenzione, ma ritengo che siano un vantaggio molto importante per perfezionare una qualificazione nettamente in discesa. Pronostico: Napoli ai quarti Infine, puntiamo i riflettori sul derby italico tra Fiorentina e Roma, vero e proprio match di cartello di questo giovedì europeo. Il risultato finale di 1-1 conferma l’incredibile serie di pareggi della formazione capitolina, la quale però può sorridere in virtù del ritorno dove, all’Olimpico, potrebbe addirittura accontentarsi dello zero per qualificarsi al turno successivo, eliminando una pericolosa rivale come la Fiorentina. I viola appunto, mostrano evidenti segni di stanchezza, seguenti all’impresa dello Juventus Stadium. Dopo quell’exploit infatti è arrivato il cappotto di Roma (contro la Lazio,ndr) e lo stop casalingo imposto dai giallorossi. Rimane senza dubbio l’ottavo di finale più equilibrato, sul quale risulta molto difficle fare un pronostico. Le percentuali di qualificazione sembrano pendere leggermente in favore della squadra di Rudi Garcia, per il semplice fatto gol in trasferta; ma la preoccupante involuzione di gioco dei romanisti non scoraggerà di certo la Fiorentina, pronta a scendere in campo in quel di Roma per compiere un’altra impresa. Pronostico: Roma ai quarti

UNA SERATA AGRODOLCEultima modifica: 2015-03-13T14:42:52+01:00da mb1897
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento